Jeet Kune Do - CAAM

CERCA

Vai ai contenuti

JKD-CAAM | JKD

HOME
JKD

Il Jeet Kune Do (JKD), "La Via del Pugno che Intercetta", Ŕ un'arte marziale caratterizzata da un approccio scientifico allo studio ed all'allenamento del combattimento a mani nude.
Per dare un'idea del Jeet Kune Do si possono usare le parole dello stesso Bruce Lee:
"combattimento da strada scientifico" o "arte della scherma occidentale senza la spada".
Il suo obiettivo pratico Ŕ l'efficienza in un confronto non limitato da regole.
Questa arte non Ŕ un insieme di tecniche di stili diversi, ha tecniche proprie, quelle che Bruce Lee ha perfezionato da quando ha cominciato a riferirsi a ci˛ che faceva con un nome nuovo.

Jeet:
"Intercettare"

Kune:
"Pugno"

Do:
"La Via"

Il nome ha importanza relativa, ma le radici su cui l'arte si basa hanno valore sostanziale.
Le radici del Jeet Kune Do sono il corretto posizionamento, la padronanza del footwork e l'abilitÓ di utilizzare nel modo pi¨ efficiente possibile il corpo, in relazione alle leggi fisiche con cui abbiamo a che fare in natura.
La libertÓ d'espressione individuale nasce dalla padronanza di sŔ stessi, fisico e mente messi a punto finemente, non da un bagaglio di numerose tecniche.
Bruce Lee affermava che
"conoscere non Ŕ sufficiente, bisogna applicare". Compresa la meccanica di una tecnica e perfezionata la capacitÓ di esecuzione, occorre lavorare a lungo per riuscire effettivamente ad applicarla in combattimento, dove entrano in gioco fattori come:
la scelta di tempo, il giudizio ed il controllo della misura, la tattica, eccetera.
Il Jeet Kune Do ha una struttura fondamentale ed una filosofia basate sulla semplicitÓ e la spontaneitÓ.
Ognuno pu˛ fare propri questi principi nelle pratica marziale come nella vita.

Davide Gardella


Torna ai contenuti | Torna al menu